Livello Avanzato – Advanced

Scopriamo i tesori della Basilica di San Pietro e della Città del Vaticano.

Un interessantissimo documentario che ci fa scoprire i tesori di Roma come la Cupola di San Pietro, la sublime Pietà di Michelangelo, gli affreschi della Cappella Sistina e una visita notturna agli immensi giardini. Alberto Angela ci porta sulle tracce dell’anziano Michelangelo e del giovane Raffaello, scoprendo anche luoghi normalmente chiusi al pubblico come l’Archivio segreto del Vaticano, la gendarmeria e la caserma delle Guardi Svizzere.

Un documentario da non perdere per gli amanti dell’arte, dell’Italia e della lingua italiana.

Guarda i primi 15 minuti del documentario e rispondi alle domande.

Livello B2+

  1. Quando si apre la Porta Santa?
  2. Quando hanno fatto la  Porta del Filarete?
  3. Di cosa è fatta la Porta del Filarete?
  4. Quando è stato incoronato Carlo Magno?
  5. Quanti imperatori sono stati incoronati nella Basilica?
  6. Quante persone entrano nella Basilica di San Pietro ogni giorno?
  7. Quante persone entrano ogni anno?
  8. Quali sono le chiese più grandi del mondo?
  9. Quando viene aperto il cancello del sepolcro di San Pietro?

 

 

 Although Italy is officially a work-based secular state, Italian language and culture are scattered with open references to the Judaic and Christian traditions.

The Bible itself, having been the one and only source of education for centuries, seems to be a never ending source of idioms and forms of speech.

Even without embracing any particular confession, we thought it would be a good idea to collect 13 of the most common idioms taken from the Book of Books.

william_holman_hunt_-_the_scapegoat1. Fare da capro espiatorio (to be a scapegoat)

We tried to start with an easy one since this form of speech is also present in English and in many other Indo-European languages (Benjamin Malaussene, anyone?). The expression comes directly from the Jewish tradition, mentioned in Leviticus 9:15, of sacrificing a goat as a ritual of purification during the Yom Kippur. Passing from the original meaning to the modern one of being a person unfairly blamed for some misfortune doesn’t require too much effort.

2. Essere una manna dal cielo (to be a boon)

ercole-roberti manna

Manna (or Mana) was an edible substance that, according to the Bible (Exodus 16:1-36 and Numbers 11:1-9) and the Quran, God provided for the Israelites during their travels in the desert. This image is so deeply rooted in the Italian language that one could actually use this expression to cheer up when something good (and yet unexpected) happens: è proprio una manna dal cielo!

Occhio per occhio, dente per dente3. Occhio per occhio, dente per dente (eye for an eye)

This very common expression is a direct reference to the law of retaliation (legge del taglione in Italian), the principle that a person who has injured another person is to be penalized to a similar degree. In a wider sense, this expression is used whenever one is seeking some form of revenge.

4. Seminare zizzania (to drive a wedge, to sow discord)

This one comes from the Gospel of Matthew, in which we can find the Parable of the Tares (Parabola della zizzania). Tares is actually darnel, a type of grass\weed that ruins crops, and it is used here as a metaphor for the struggle between the spiritual children of Christ (the good seeds) and the unbelievers (the tares).

5. Vendersi per un piatto di lenticchie (to sell yourself for a mess of pottage)

de ribera isaac esau jacob

In the Book of Genesis 25:29-34 we find the two sons of Isaac, Esau and Jacob. The latter, one day, offered his brother the sale of his birthright in exchange for a lentil soup. The expression is often used to describe the action of giving away something of profound value for goods of derisory nature.

guercino-lot-e-le-figlie-con-la-distruzione-di-sodoma-e-gomorra6. Restare di sale (to be flabbergasted)

Again in the Book of Genesis 19:1-26 is told the dramatic story of Sodom and Gomorrah, destroyed by God for being consumed by vice and idolatry. The expression makes reference to the fate of Lot’s wife, who was told not to look back while escaping from the cities. The woman disobeyed and was turned into a pillar of salt. The idiom is currently use to express disbelief or surprise (“alla notizia, sono rimasto di sale!”).

7. Gigante dai piedi d’argilla (giant with clay feet)

enron_chart gigante dai piedi di argilla

This expression comes from the Book of Daniel in which the prophet tells about the dream of King Nabucodonosor: a giant statue with golden head, silver chest, bronze legs and, as a matter of fact, clay feet. Today this form of speech is a metaphor for something huge (such as a corporation or a party) which does not have steady foundations.

8. Essere il beniamino (to be the favourite)

Study Italian in Rome

Beniamino (Benjamin) was Jacob’s last and favourite son. Therefore, in Italian, essere un beniamino means being someone’s pupil: a very good football player can be il beniamino dei tifosi, or a famous actor can be il beniamino del pubblico and so on.

9. Niente di nuovo sotto il sole (nothing new under the Sun)

One of the most poetic and intense books of the Old Testament, the Book of Qoelet (1:9) is responsible for this sometimes abused quote (nihil sub sole novum in latin), which is used to indicate an unchanging (and unchangeable) situation.

 

arlecchino goldoni10. Servire due padroni (to be a two-timer).

Although brought to fame by playwright Carlo Goldoni and his Arlecchino, this expression comes from the Gospel of Luke (16:13): “One cannot serve two masters, nor two mistresses”. The meaning is clear: the idiom is used as a reference to a double-crosser, a two-timer.

11. Gettare le perle ai porci (casting pearls before swine)

We find this expression in Matthew 7:6, meaning “to give things of value to those who will not understand or appreciate it”.

12. Muoia Sansone con tutti i Filistei (let Samson die with the Philistines)

The Book of the Judges (16:18-21; 28-30) tells the story of Samson, an Israelite judge who performed feats of strength against the Philistines but was betrayed by Delilah, his mistress. Blinded by revenge, Samson decided to destroy Philistines temple with his bare hands, although he knew he would die too. The idiom is often used in reference to someone who doesn’t hesitate to harm him or herself if it helps hurting others.

13. Essere un Giuda (to be a Judas)

cenacolo leonardo da vinci

Special offers for Italian courses in Rome

The figure of Judas is commonly used (not exclusively but very widely in the Italian language) to indicate a traitor. Along with his name, the expression per trenta denari (for 30 pieces of silver) indicating the amount of money earned by Judas to betray Jesus Christ, is often used.

So this was our list, but please feel free to integrate it and suggest new idioms in the comments! Amen. 🙂

by Enrico, teacher @ Kappa Language School in Rome

Where to study Italian: Rome

 

Tags:

Il mistero di Sergio: una divertente storia siciliana da scoprire insieme.

Livello B1.2+

 Ascolta la storia di Valeria e rispondi alle domande

  1. Quando e dove ha trovato il libro
  2. Che cosa dice la dedica
  3. Quando hanno scritto la dedica
  4. Chi è Sergio
  5. Qual è l’indizio
  6. Cosa dicono le persone a cui ha raccontato la storia
  7. Cosa dicono su internet
  8. Se incontrasse Sergio, gli vorrebbe dire…

Ora leggi e completa la storia di Valeria

È un viaggio nel futuro/presente/ passato quello proposto da una lettrice siciliana intenzionata a ritrovare l’autore di una dedica trovata su un libro e datata 1983. Valeria ha comprato il volume su una bancarella/panchina/ bancone al mercato della sua città, Augusta, in Sicilia, L’educazione sentimentale di Flaubert, ed è rimasta colpita dalle parole scritte a penna e datate Natale 1983. “Quella dedica d’amore sulla prima pagina ha scatenato in mi/me/mia e nei miei amici una grande curiosità di sapere come è andata e se finì quella storia d’amore” spiega la lettrice, che ha lanciato la caccia/ pesca/ corsa #cercando Sergio. Gli elementi sono pochi ma da soli bastano per immaginare una storia d’amore in cui ognuno/ nessuno/ qualche riflette le proprie esperienze.

babilonia.it

Completa la seconda parte con i pronomi

 “Mi aveva già stupito trovare una bancarella di libri usati tra la frutta e la verdura – racconta Valeria Paci, insegnante di lettere alla scuola media di Augusta in Sicilia – ma non so perché ho scelto quel libro e …….ho comprato a un euro. Arrivata a casa ………ho aperto e ho letto quelle frasi che ……… hanno colpito moltissimo”. La dedica inizia con la data, Natale ’83, e non c’è il nome a …….. è destinata ma solo “for you”. “Questo libro è un po’ a scatola/ cassa/ casa chiusa, non ………ho letto, ma ……. ne hanno parlato bene. E poi d’ora in poi, volente o nolente, riceverai spesso libri di autori francesi. Impara ad apprezzarli. ……. amo, Sergio“.

Scrivi le tue risposte nei commenti o invia a: antonio.lucicesare@gmail.com

Where to study Italian: Taormina, Sicily

 

 

Tags: , , , , ,

 

Un’intervista con la scrittrice Jhumpa Lahiri, autrice del libro “In altre parole” in cui descrive la sua esperienza come studentessa d’italiano.

Nel libro la scrittrice americana descrive tutte le emozioni che ha vissuto e che vive ogni giorno in bilico fra le 3 lingue, italiano, bengalese e inglese. Una lettura divertente e piacevole che consiglio vivamente a tutti i miei studenti.

Ora guardate l’intervista e rispondete alle domande.

 

 

livello B1+

  1. Dove ha scritto il libro “In altre parole” e perché ha scelto questo posto
  2. Come descrive il suo rapporto con la lingua italiana
  3. In quale città è nata Jhumpa Lahiri
  4. Qual è la sua lingua madre
  5. Quale lingua parlava in casa con i genitori
  6. Quale era la reazione della madre
  7. In quale lingua sognava a New York e perché

Vocabolario: spiegate in altre parole queste espressioni che ascoltate nell’intervista:

  • Mancanza
  • Squilibrio
  • Amore inappagato
  • Onestamente
  • Può darsi
  • Doloroso

Trova il sinonimo o contrario nella lista: disonestamente, forse, carenza, equilibrio, insoddisfatto,indolore

Study Italian in Italy

Reading in Italian: Io non ho paura di Niccolò Ammaniti

 

 

 

Tags: , , , , , , ,

Che lavoro fai?

 

Abbina le professioni alle immagini, attenzione c’è un nome in più.

 

commesso, tassista, insegnante,fotografo,panettiere,impiegato

 

taxifoto

 

panettiereimpiegato

shop

  1. Guarda il video la prima volta e scegli le opzioni giuste.

Livello A2+

Alberto Tomassi ha 65/75 anni e quest’anno ha festeggiato il cinquantesimo/quindicesimo anno di servizio da tassista per le strade della Capitale. In tutta la sua carriera ha guidato per  3/6 milioni e mezzo di chilometri. Alberto non ha/ ha incontrato molti attori famosi della Dolce vita fra cui anche un Papa. Il New York Times ha dedicato un articolo al conducente che ha attraversato infinite volte il cuore della città eterna.

Book your Italian summer course

2. Guarda la seconda volta l’intervista e rispondi alle seguenti domande.

Livello B1.2+

  1. Com’era prima la gente secondo Alberto?
  2. Dove portava solitamente il regista Fellini?
  3. A quanti anni ha cominciato a fare il tassista?
  4. Quanti km ha fatto ogni anno?
  5. Quale papa ha conosciuto?
  6. Come sono i tassisti romani secondo Alberto?
  7. Cosa deve anche fare un tassista per i suoi clienti?
  8. Oltre ai 50 anni di carriera cosa festeggia Alberto quest’anno?

Write your anwers in the comments

 

3. Quale proverbio usa Alberto durante il video? Metti in ordine

un morto Papa un altro se ne fa

Have you got a question for me? write an email to antonio.lucicesare@gmail.com

Study Italian in Italy

Tags: , , , , ,

A pochi giorni dalla scomparsa del famoso regista Ettore Scola, ecco un’attività per ricordare uno dei film più belli del cinema italiano. Due grandi attori, Marcello Mastroianni e Sophia Loren s’incontrano e si amano in “Una giornata particolare”.

In questo video visitiamo la famosa “casa” del film.

 

 

Guarda il video e rispondi alle domande

Level B1.2+

  1. Quando è stato girato il film?
  2. Quanti appartamenti ci sono nel palazzo?
  3. A che piano si trova l’appartamento?
  4. Che forma ha il palazzo?
  5. Quando è stata costruito?
  6. Quanti figli ha Sophia Loren nel film?
  7. Che lavoro fa Mastroianni nel film
  8. Perchè ha perso il lavoro
  9. In che giorno è ambientato il film?
  10. Perchè è un giorno “speciale”?

Have you got a question for us? email to: antonio.lucicesare@gmail.com

by Antonio & Silvia, teacher @ Il Sasso, Montepulciano

Italian movies for learning Italian

Study Italian in Tuscany

A casa mia: name the objects in the house

 

 

Tags: , , , , ,

Esprimere e descrivere in pochi minuti l’amore di una sorella per il proprio fratello sembra un’operazione difficile ma la regista Ambra Principato ci riesce perfettamente. In questo corto racconta con delicatezza la sua relazione con il fratello e ci regala dei sorrisi e ci ricorda l’importanza della famiglia per tutti noi.

Un paio di attività prima di guardare il corto.

1. Trova il significato

1.       bisticcio a)      sinonimo di pietra,sasso anche figurato per una persona forte
2.       sguardo b)      una provocazione, contrario di gentilezza
3.       dispetto c)       un litigio non grave e breve
4.       roccia d)      una protezione
5.       scudo e)      un’occhiata, un’espressione

2. Leggi la storia del corto e completa con i verbi all’imperfetto

Io e mio fratello maggiore da piccoli condividevamo la stessa stanza. Ricordo che una volta,  dopo l’ennesimo bisticcio,  l’avevamo divisa a metà con una fila di giocattoli che (1.arrivare)……………………………………fino alla porta di ingresso. Naturalmente lui  si era ritagliato la porzione di stanza più grande. Ricordo anche di quando mi (2.rincorrere)…………………………. per casa con i suoi calzini usati infilati sulle mani, e io (3.scappare)………………………. urlando.

Diciamo che i nostri gesti affettuosi non (4.essere)………………………………. propriamente abbracci e baci, ma piuttosto dispetti e sfide continue.

Click here and learn the original recipe for Limoncello

3. Completa la seconda parte con queste espressioni: ogni/ che/ ma/ modo/ perché/ più
Nonostante questo, l’affetto non è mai mancato. Se devo descrivere l’amore nella nostra unione mi trovo in difficoltà 1……………….. è composto da momenti invisibili agli occhi degli altri: sono gesti, sguardi e risate 2……………. non possono essere compresi da altri se non da noi due, e noi due soltanto. Per questo sono speciali.
E così, tra un dispetto e l’altro, siamo cresciuti. Con un morso o un bacio, una linguaccia , una carezza, o un paio di calzini usati che ti inseguono: è sorprendente il 3…………….. con cui si manifesta l’affetto delle persone che amiamo, 4……………… se c’è lo senti; forte e chiaro.
The Invisible Shield è la storia di un amore fraterno, 5……………….. solido della roccia, è la storia di un’intesa discreta e nascosta, solida e duratura. La perfetta intesa ha valore universale, è lo scudo invisibile di 6……………… relazione, è la garanzia che le cose andranno bene.

Buona visione da Antonio &  Sorrento lingue,Italian language & Culture courses

Adattato da:  Un dispetto al giorno di Ambra Principato

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Continua con….

Un cruciverba: la famiglia

Aggettivi possessivi e la famiglia: come si usano?

Ripeti l’imperfetto

Italian mama’s boy…or not

Learn Italian with videos

Learn Italian in Sorrento and visit Amalfi Coast

Getting to Amalfi Coast

                        Study Italian in Sorrento

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Le Terme di Caracalla (in latino: Thermae Caracallae) costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali di Roma e sono  ancora conservate per gran parte della loro struttura e libere da edifici moderni. Furono volute dall’imperatore Caracalla in un’area nei pressi del Circo Massimo, costruito dal re Tarquinio Prisco.

In questo video il giornalista Alberto Angela ci guida nelle meravigliose terme di Roma e ci spiega la storia e i costumi degli antichi romani.

Adesso guarda il video fino al minuto 4 e rispondi alle domande.

Livello B2+

 

  1. Come si lavavano i romani?
  2. Chi fece costruire le terme di Caracalla?
  3. In quanti anni furono costruite? E quando?
  4. Che cosa conteneva il muro di cinta?
  5. Chi frequentava le terme di Caracalla?
  6. Perché i romani andavano alle terme?
  7. Chi non pagava per entrare? Chi pagava il doppio?
  8. Cosa indossavano le donne alle terme?
  9. Cosa provocò uno scandalo?
  10. Cosa decise l’imperatore Adriano?
  11. Com’era la palestra?

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Learn Italian in Rome

Ti piace l’arte? Continua l’attività e completa gli esercizi.

  1. Osserva l’ immagine e descrivi cosa vedi.

museion

 

2.Metti in ordine il titolo

Al museo…

/ buttano via/ le donne/ l’opera/ d’arte./di Bolzano/delle pulizie

B2. Leggi la seconda parte dell’articolo e scegli i tempi verbali.

La sera prima c’era stata una festa al Museion. E loro, all’alba, ramazze in mano devono aver pensato: «Certo che questi maleducati ne hanno lasciata di roba in giro…». Bottiglie vuote buttate a terra, coriandoli, carta, mozziconi, persino scarpe e vestiti. E così, olio di gomito, hanno fatto/facevano/avevano fatto il loro bravo lavoro le signore dell’impresa di pulizie. Alla fine è stato/era/ è stata tutto lucido. Una faticaccia. Il problema, per le signore e per il Museion, è che “tutto quello sporco” è stato/era/ è stata un’installazione. E non di uno passato di lì per caso ma di Goldschmied & Chiari, in arte Goldi&Chiari, creata per la “Casa atelier” di Museion ed inaugurata giovedì sera. Un duo di artisti tra i più ambiti nei circuiti dei musei d’arte contemporanea.

Avevano pensato/ pensavamo/ pensavano a un titolo per la loro opera “Dove andiamo a ballare stasera?” sulla crisi della politica anni 80, ispirata da una guida alle discoteche scritta dall’ex ministro socialista De Michelis, e la situazione è stato/era/ è stata così realisticamente riprodotta che la sala sembrava tutta da risistemare.

Controlla qui

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Walk and guided tours in Rome

Study Italian in Rome: special offers

Barking dogs don’t bite

Pinocchio, a puppet’s tale

 

 

Tags: , , , , , , , , , , ,

Un’intervista di qualche anno fa al famoso giornalista e scrittore Roberto Saviano, autore del libro Gomorra, da cui poi hanno tratto il film e la famosa serie televisiva.

 

 

 

Guarda l’intervista fino al minuto 8,30 e rispondi alle domande.

Level C1+

Perchè il libro Gomorra ha avuto tanto successo?

Quale sentimento ha spinto Saviano a cominciare a scrivere questo libro?

Chi è il boss mafioso secondo Saviano? Quale episodio descrive?

Chi è il boss mafioso secondo i ragazzini?

Perchè oggi Saviano vive sotto scorta della polizia?

Qual è la conseguenza del successo di Roberto Saviano sulla sua famiglia?

Le mafie, secondo Saviano, sono fenomeni locali del sud Italia?

 

Biografia: completa con le preposizioni articolate

Roberto Saviano è un giornalista, scrittore e saggista italiano. Nei suoi scritti, articoli e ……. suo libro Gomorra (il suo romanzo d’esordio che lo ha portato ………. notorietà) utilizza la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, di territorio e d’impresa della Camorra e ………….. criminalità organizzata in senso più generale. Dalle prime minacce di morte del 2006 da parte ……… cartelli camorristici del clan dei casalesi, denunciati ………. suo libro e nella piazza di Casal di Principe durante una manifestazione per la legalità, Roberto Saviano è sottoposto a un serrato protocollo di protezione. Dal 13 ottobre 2006 vive sotto scorta.Numerose le sue collaborazioni con importanti testate giornalistiche italiane ed internazionali.

Continua e pratica le preposizioni articolate

Pratica ancora con i video

 

Have you a question for me? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

 

Tags: , , , , , ,

Some people think that idioms are the most obscure subject that can be encountered when attempting to learn a foreign language, and we might agree with this assumption. Beacause of their sheer nature of crystalized linguistic structures whose origins have often been lost in the process of language evolution, idioms are always a very tricky issue in the hands of a foreign student. That said, Italian language students should not fear, for many native speakers, when asked, cannot explain the source of idioms that they nevertheless use everyday.

When it comes to Italian, the rich and well documented history of its predecessor, Latin, allows us to track down the origin of many commonly used idioms.

Here’s a list of Italian idioms originated by concepts and customs of the ancient Rome:

muzio-scevola_1Metterci la mano sul fuoco (literally: to put one’s hand on fire). This expression, meaning “being so sure about something one could swear on it”, originates from a latin legend involving the historical carachter Muzio Scevola, a young roman aristocrat who, in the VI century b.C., voluntarily burned his right hand because it failed in killing the Etruscan king Porsenna. The connection between the act of bravery ascribed to the roman warrior and the condition of being extremely sure about something lies in Muzio’s utmost firmness of his own beliefs.

Essere una pietra miliare (literally: to be a milestone). Yes, this one exists in English too, but the origin is 100% Latin. Milestones were in fact actual stones that romans used to put alongside their neverending consular routes (such as via Appia, via Casilina, via Tuscolana etc.) in order to mark the distance from the Urbe. Therefore, being a pietra miliare figuratively means being a turning point, after which something changes forever.

1494_ 036

kappalanguageschool

Dormire sugli allori (literally: to rest on laurels). Again, you have this in the English language too. The origin of this idiom is relatively clear, due to the common iconography connected to the concept of success, which has remained basically unchanged from the times of ancient Greece (and Rome). Laurel, commonly associated to Apollo, was and still is a symbol of victory (both military and artistic); “to rest on it” means to stop trying because one is satisfied with one’s past achievements. As simple as that.

Tizio, Caio e Sempronio (Tom, Dick and Harry). This is a placeholder for unidentified subjects, and expressions similar to this one are present, with culturally connoted variants, in many languages. The italian form comes from the names of three historical figures, the Gracchi brothers (Tiberio and Gaio) and their father (Sempronio). The first use of these three names as placeholder can be found in a XI century document from the jurisconsult Irnerio.

Passare sotto le forche caudine (running the gauntlet). This idiom comes directly from an historical event, the battle of the Forche Caudine (321 b.C.), in which the roman army was shamefully defeated by the Samnites. It is told by many historician (such as Tito Livio) that the surviving roman soldiers were humiliated by being forced to pass between two rows of enemy soldiers. which whipped, tortured and insulted them. In modern language the expression means experiencing a deep humiliation or enduring a series of abuses.

william-adolphe_bouguereau_1825-1905_-_the_remorse_of_orestes_1862

kappalanguageschool

Andare su tutte le furie (to rampage). This one comes from greek mythology, in which the Furies (Aletto, Tisifone and Megera) were the personification of vengeance and wrath. In the greek and roman society, people used to offer sacrifices to calm their blind and destructive rage, to which no human being could resist. Knowing this, the meaning of the italian expression becomes pretty clear: no need to rampage!

Una vittoria di Pirro (a phyrric victory). Have you ever experience the awful sensation of winning a battle but losing the war because the cost of your victory is so high that it is unbearable in the long term? Well, that’s exactly how the Epirus king, Pirro felt when defeating the Romans in 280 b.C. at the Eraclea battle.

Clearly this list includes just a small part of the huge amount of monuments left in our language by the Latin world. Nevertheless, is somehow comforting to see how those evidences of the human spirit can be appreciated even in our everyday Italian language.

by Enrico Piciarelli, teacher @ Kappa language school

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Read more

Barking dogs don’t bite

Pinocchio, a puppet’s tale

Italian courses in Italy: learn Italian in Rome

English pronunciation by Italian speakers

Croce e delizia, Rome and its public transportation

 

Tags: , , , , , , , ,

Page 1 of 612345...Last »