Livello Avanzato – Advanced

A pochi giorni dalla scomparsa del famoso regista Ettore Scola, ecco un’attività per ricordare uno dei film più belli del cinema italiano. Due grandi attori, Marcello Mastroianni e Sophia Loren s’incontrano e si amano in “Una giornata particolare”.

In questo video visitiamo la famosa “casa” del film.

 

 

Guarda il video e rispondi alle domande

Level B1.2+

  1. Quando è stato girato il film?
  2. Quanti appartamenti ci sono nel palazzo?
  3. A che piano si trova l’appartamento?
  4. Che forma ha il palazzo?
  5. Quando è stata costruito?
  6. Quanti figli ha Sophia Loren nel film?
  7. Che lavoro fa Mastroianni nel film
  8. Perchè ha perso il lavoro
  9. In che giorno è ambientato il film?
  10. Perchè è un giorno “speciale”?

Have you got a question for us? email to: antonio.lucicesare@gmail.com

by Antonio & Silvia, teacher @ Il Sasso, Montepulciano

Italian movies for learning Italian

Study Italian in Tuscany

A casa mia: name the objects in the house

 

 

Tags: , , , , ,

Esprimere e descrivere in pochi minuti l’amore di una sorella per il proprio fratello sembra un’operazione difficile ma la regista Ambra Principato ci riesce perfettamente. In questo corto racconta con delicatezza la sua relazione con il fratello e ci regala dei sorrisi e ci ricorda l’importanza della famiglia per tutti noi.

Un paio di attività prima di guardare il corto.

1. Trova il significato

1.       bisticcio a)      sinonimo di pietra,sasso anche figurato per una persona forte
2.       sguardo b)      una provocazione, contrario di gentilezza
3.       dispetto c)       un litigio non grave e breve
4.       roccia d)      una protezione
5.       scudo e)      un’occhiata, un’espressione

2. Leggi la storia del corto e completa con i verbi all’imperfetto

Io e mio fratello maggiore da piccoli condividevamo la stessa stanza. Ricordo che una volta,  dopo l’ennesimo bisticcio,  l’avevamo divisa a metà con una fila di giocattoli che (1.arrivare)……………………………………fino alla porta di ingresso. Naturalmente lui  si era ritagliato la porzione di stanza più grande. Ricordo anche di quando mi (2.rincorrere)…………………………. per casa con i suoi calzini usati infilati sulle mani, e io (3.scappare)………………………. urlando.

Diciamo che i nostri gesti affettuosi non (4.essere)………………………………. propriamente abbracci e baci, ma piuttosto dispetti e sfide continue.

Click here and learn the original recipe for Limoncello

3. Completa la seconda parte con queste espressioni: ogni/ che/ ma/ modo/ perché/ più
Nonostante questo, l’affetto non è mai mancato. Se devo descrivere l’amore nella nostra unione mi trovo in difficoltà 1……………….. è composto da momenti invisibili agli occhi degli altri: sono gesti, sguardi e risate 2……………. non possono essere compresi da altri se non da noi due, e noi due soltanto. Per questo sono speciali.
E così, tra un dispetto e l’altro, siamo cresciuti. Con un morso o un bacio, una linguaccia , una carezza, o un paio di calzini usati che ti inseguono: è sorprendente il 3…………….. con cui si manifesta l’affetto delle persone che amiamo, 4……………… se c’è lo senti; forte e chiaro.
The Invisible Shield è la storia di un amore fraterno, 5……………….. solido della roccia, è la storia di un’intesa discreta e nascosta, solida e duratura. La perfetta intesa ha valore universale, è lo scudo invisibile di 6……………… relazione, è la garanzia che le cose andranno bene.

Buona visione da Antonio &  Sorrento lingue,Italian language & Culture courses

Adattato da:  Un dispetto al giorno di Ambra Principato

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Continua con….

Un cruciverba: la famiglia

Aggettivi possessivi e la famiglia: come si usano?

Ripeti l’imperfetto

Italian mama’s boy…or not

Learn Italian with videos

Learn Italian in Sorrento and visit Amalfi Coast

Getting to Amalfi Coast

                        Study Italian in Sorrento

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Le Terme di Caracalla (in latino: Thermae Caracallae) costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali di Roma e sono  ancora conservate per gran parte della loro struttura e libere da edifici moderni. Furono volute dall’imperatore Caracalla in un’area nei pressi del Circo Massimo, costruito dal re Tarquinio Prisco.

In questo video il giornalista Alberto Angela ci guida nelle meravigliose terme di Roma e ci spiega la storia e i costumi degli antichi romani.

Adesso guarda il video fino al minuto 4 e rispondi alle domande.

Livello B2+

 

  1. Come si lavavano i romani?
  2. Chi fece costruire le terme di Caracalla?
  3. In quanti anni furono costruite? E quando?
  4. Che cosa conteneva il muro di cinta?
  5. Chi frequentava le terme di Caracalla?
  6. Perché i romani andavano alle terme?
  7. Chi non pagava per entrare? Chi pagava il doppio?
  8. Cosa indossavano le donne alle terme?
  9. Cosa provocò uno scandalo?
  10. Cosa decise l’imperatore Adriano?
  11. Com’era la palestra?

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Learn Italian in Rome

Ti piace l’arte? Continua l’attività e completa gli esercizi.

  1. Osserva l’ immagine e descrivi cosa vedi.

museion

 

2.Metti in ordine il titolo

Al museo…

/ buttano via/ le donne/ l’opera/ d’arte./di Bolzano/delle pulizie

B2. Leggi la seconda parte dell’articolo e scegli i tempi verbali.

La sera prima c’era stata una festa al Museion. E loro, all’alba, ramazze in mano devono aver pensato: «Certo che questi maleducati ne hanno lasciata di roba in giro…». Bottiglie vuote buttate a terra, coriandoli, carta, mozziconi, persino scarpe e vestiti. E così, olio di gomito, hanno fatto/facevano/avevano fatto il loro bravo lavoro le signore dell’impresa di pulizie. Alla fine è stato/era/ è stata tutto lucido. Una faticaccia. Il problema, per le signore e per il Museion, è che “tutto quello sporco” è stato/era/ è stata un’installazione. E non di uno passato di lì per caso ma di Goldschmied & Chiari, in arte Goldi&Chiari, creata per la “Casa atelier” di Museion ed inaugurata giovedì sera. Un duo di artisti tra i più ambiti nei circuiti dei musei d’arte contemporanea.

Avevano pensato/ pensavamo/ pensavano a un titolo per la loro opera “Dove andiamo a ballare stasera?” sulla crisi della politica anni 80, ispirata da una guida alle discoteche scritta dall’ex ministro socialista De Michelis, e la situazione è stato/era/ è stata così realisticamente riprodotta che la sala sembrava tutta da risistemare.

Controlla qui

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Walk and guided tours in Rome

Study Italian in Rome: special offers

Barking dogs don’t bite

Pinocchio, a puppet’s tale

 

 

Tags: , , , , , , , , , , ,

Un’intervista di qualche anno fa al famoso giornalista e scrittore Roberto Saviano, autore del libro Gomorra, da cui poi hanno tratto il film e la famosa serie televisiva.

 

 

 

Guarda l’intervista fino al minuto 8,30 e rispondi alle domande.

Level C1+

Perchè il libro Gomorra ha avuto tanto successo?

Quale sentimento ha spinto Saviano a cominciare a scrivere questo libro?

Chi è il boss mafioso secondo Saviano? Quale episodio descrive?

Chi è il boss mafioso secondo i ragazzini?

Perchè oggi Saviano vive sotto scorta della polizia?

Qual è la conseguenza del successo di Roberto Saviano sulla sua famiglia?

Le mafie, secondo Saviano, sono fenomeni locali del sud Italia?

 

Biografia: completa con le preposizioni articolate

Roberto Saviano è un giornalista, scrittore e saggista italiano. Nei suoi scritti, articoli e ……. suo libro Gomorra (il suo romanzo d’esordio che lo ha portato ………. notorietà) utilizza la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, di territorio e d’impresa della Camorra e ………….. criminalità organizzata in senso più generale. Dalle prime minacce di morte del 2006 da parte ……… cartelli camorristici del clan dei casalesi, denunciati ………. suo libro e nella piazza di Casal di Principe durante una manifestazione per la legalità, Roberto Saviano è sottoposto a un serrato protocollo di protezione. Dal 13 ottobre 2006 vive sotto scorta.Numerose le sue collaborazioni con importanti testate giornalistiche italiane ed internazionali.

Continua e pratica le preposizioni articolate

Pratica ancora con i video

 

Have you a question for me? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

 

Tags: , , , , , ,

Some people think that idioms are the most obscure subject that can be encountered when attempting to learn a foreign language, and we might agree with this assumption. Beacause of their sheer nature of crystalized linguistic structures whose origins have often been lost in the process of language evolution, idioms are always a very tricky issue in the hands of a foreign student. That said, Italian language students should not fear, for many native speakers, when asked, cannot explain the source of idioms that they nevertheless use everyday.

When it comes to Italian, the rich and well documented history of its predecessor, Latin, allows us to track down the origin of many commonly used idioms.

Here’s a list of Italian idioms originated by concepts and customs of the ancient Rome:

muzio-scevola_1Metterci la mano sul fuoco (literally: to put one’s hand on fire). This expression, meaning “being so sure about something one could swear on it”, originates from a latin legend involving the historical carachter Muzio Scevola, a young roman aristocrat who, in the VI century b.C., voluntarily burned his right hand because it failed in killing the Etruscan king Porsenna. The connection between the act of bravery ascribed to the roman warrior and the condition of being extremely sure about something lies in Muzio’s utmost firmness of his own beliefs.

Essere una pietra miliare (literally: to be a milestone). Yes, this one exists in English too, but the origin is 100% Latin. Milestones were in fact actual stones that romans used to put alongside their neverending consular routes (such as via Appia, via Casilina, via Tuscolana etc.) in order to mark the distance from the Urbe. Therefore, being a pietra miliare figuratively means being a turning point, after which something changes forever.

1494_ 036

kappalanguageschool

Dormire sugli allori (literally: to rest on laurels). Again, you have this in the English language too. The origin of this idiom is relatively clear, due to the common iconography connected to the concept of success, which has remained basically unchanged from the times of ancient Greece (and Rome). Laurel, commonly associated to Apollo, was and still is a symbol of victory (both military and artistic); “to rest on it” means to stop trying because one is satisfied with one’s past achievements. As simple as that.

Tizio, Caio e Sempronio (Tom, Dick and Harry). This is a placeholder for unidentified subjects, and expressions similar to this one are present, with culturally connoted variants, in many languages. The italian form comes from the names of three historical figures, the Gracchi brothers (Tiberio and Gaio) and their father (Sempronio). The first use of these three names as placeholder can be found in a XI century document from the jurisconsult Irnerio.

Passare sotto le forche caudine (running the gauntlet). This idiom comes directly from an historical event, the battle of the Forche Caudine (321 b.C.), in which the roman army was shamefully defeated by the Samnites. It is told by many historician (such as Tito Livio) that the surviving roman soldiers were humiliated by being forced to pass between two rows of enemy soldiers. which whipped, tortured and insulted them. In modern language the expression means experiencing a deep humiliation or enduring a series of abuses.

william-adolphe_bouguereau_1825-1905_-_the_remorse_of_orestes_1862

kappalanguageschool

Andare su tutte le furie (to rampage). This one comes from greek mythology, in which the Furies (Aletto, Tisifone and Megera) were the personification of vengeance and wrath. In the greek and roman society, people used to offer sacrifices to calm their blind and destructive rage, to which no human being could resist. Knowing this, the meaning of the italian expression becomes pretty clear: no need to rampage!

Una vittoria di Pirro (a phyrric victory). Have you ever experience the awful sensation of winning a battle but losing the war because the cost of your victory is so high that it is unbearable in the long term? Well, that’s exactly how the Epirus king, Pirro felt when defeating the Romans in 280 b.C. at the Eraclea battle.

Clearly this list includes just a small part of the huge amount of monuments left in our language by the Latin world. Nevertheless, is somehow comforting to see how those evidences of the human spirit can be appreciated even in our everyday Italian language.

by Enrico Piciarelli, teacher @ Kappa language school

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Read more

Barking dogs don’t bite

Pinocchio, a puppet’s tale

Italian courses in Italy: learn Italian in Rome

English pronunciation by Italian speakers

Croce e delizia, Rome and its public transportation

 

Tags: , , , , , , , ,

Uno dei libri che consiglio solitamente ai miei studenti è “Io non ho paura” di Niccolò Ammaniti.

La storia di un gruppo di ragazzini che durante un’estate bollente nel sud Italia sono coinvolti, a causa degli adulti, in una storia di rapimenti e sequestri.

Consiglio la lettura di questo libro perchè la lingua usata, il registro, i dialoghi e la grammatica sono di facile comprensione e gli studenti possono anche guardare  il film tratto dal libro del regista premio Oscar Gabriele Salvatores.

Ora un po’ di pratica…

Guarda due volte l’intervista all’autore Niccolo Ammaniti fino al minuto 1,28 e rispondi alle domande

Level B1+

  1. Quanti romanzi ha scritto?
  2. Quando ha cominciato a scrivere?
  3. Che cosa ha studiato all’università?
  4. Come si chiamava il suo primo libro?
  5. In che anno è ambientato il libro “Io non ho paura”?
  6. Dove è ambientata la storia?
  7. Chi sono i protagonisti della storia?

Leggi le prime pagine del libro e completa l’esercizio con i verbi all’imperfetto

Stavo per superare Salvatore quando ho sentito mia sorella che urlava. Mi sono girato e l’ho vista sparire inghiottita dal grano che (coprire)………………………... la collina.
Non (dovere-io)…………………………….. portarmela dietro, mamma me l’avrebbe fatta pagare cara.
Mi sono fermato. (essere-io)………………………………. sudato. Ho preso fiato e l’ho chiamata. — Maria? Maria?
Mi ha risposto una vocina sofferente. — Michele!
— Ti sei fatta male?
— Sì, vieni.
— Dove ti sei fatta male?
— Alla gamba.
(fare-lei)……………………………….. finta, era stanca. Vado avanti, mi sono detto.
E se si era fatta male davvero? Dov’erano gli altri? (vedere-io)…………………………………. le loro scie nel grano. Salivano piano, in file parallele, come le dita di una mano, verso la cima della collina, lasciandosi dietro una coda di steli abbattuti.
Quell’anno il grano era alto. A fine primavera aveva piovuto tanto, e a metà giugno le piante erano più rigogliose che mai. (crescere-loro)………………………………….. fitte, cariche di spighe, pronte per essere raccolte.
Ogni cosa era coperta di grano. Le colline, basse, si susseguivano come onde di un oceano dorato. Fino in fondo all’orizzonte grano, cielo, grilli, sole e caldo. Non (avere-io)…………………………………. idea di quanto faceva caldo, uno a nove anni, di gradi centigradi se ne intende poco, ma sapevo che non era normale.

by Antonio & Silvia Celli, teacher @ilsasso.com  in Montepulciano, Tuscany

 

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

 

Ripeti e pratica l’imperfetto qui

Passato prossimo o imperfetto: come si usano?

Study Italian in Tuscany

Tags: , , , , , , , ,

Livello B2+

Un corto delicato che racconta la storia di un gruppo di ragazzini che gioca a pallone in piazza, uno di loro Mirko conosce una ragazzina e allora…buona visione! Antonio

 

 

Prima del video: abbina le frasi ai loro significati come nell’esempio

es. 5. ti pare poco= ti sembra poco

  1. Che ti frega                                      Sei imbarazzato
  2. Ti vuoi sbrigare                               Ti sembra poco
  3. Ci stai a provare                              Cosa te ne importa/ Cosa t’interessa
  4. Ti vergogni                             Tentare un approccio con una ragazza
  5. Ti pare poco                                    Fai in fretta

  6. Dopo il video: Completa la prima parte dell’articolo con gli elementi della lista

    infatti,però,perchè,sempre,proprio,eppure,soprattutto

    Non servono 1.……………. due ore per emozionare e per dire qualcosa di importante. “Due piedi sinistri” è un cortometraggio di Isabella Salvetti e quello che fa in poco più di sei minuti è 2……………. questo: comunica, “smuove”, commuove.

    3………………. fa molto discutere. Non i critici, ha fatto discutere 4………………. i tifosi.

    5…………………. c’è il calcio e in particolare il tifo di mezzo.

    Di mezzo, non al centro 6………………… .Il punto fondamentale, 7……………, è la lotta alla discriminazione, in questo caso nei confronti di una ragazzina sulla sedia a rotelle.

     

    Continua l’articolo e controlla qui le tue risposte

    Continua a studiare l’italiano con altri video: clicca qui

    Continua a studiare l’italiano con le canzoni: clicca qui

    Have you got a question for me?Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

     

     

     

Tags: , , , , , , ,

Discovering the beauty of Tuscany: Montepulciano, a wonderful town located on the top of a hill, surrounded by vineyards and olive groves with one of those views which has made Tuscany famous the world over.

Practice your Italian and fill the gaps with the expressions in the list, buon viaggio!

Una gita a Montepulciano

davvero / dove /insieme /Insomma /mentre /poiché /Qui /tutto

Level B1.2+

Una gita a Montepulciano non può definirsi tale se non ci si addentra nelle campagne e nei territori verdi della Valle d’Orcia: questo luogo, Patrimonio dell’Umanità, ci ha attirato nelle sue terre mozzafiato (1)_______ importante parco naturale, artistico e culturale. (2)_______ è possibile vagare per il verde, sedersi in riva all’Orcia e ritrovare il contatto con la natura e il benessere proprio (3)_______ si scopre passo dopo passo uno dei luoghi più ammalianti d’Italia.

Un momento (4)_______ romantico!

between-montepulciano-and-pienza

ilsasso.com

Poco distanti, i borghi di San Quirico e Montalcino sono mete da visitare: ricche di storia e cultura, con monumenti e strade che riportano con la mente a un passato lontano, e (5)_______ ancora si respirano le tradizioni e il folklore provenienti dalle memorie dei tempi. Una visita alle terme di Chianciano sono il coronamento di una vacanza davvero unica e ricca di fascino: qui c’è da restarsene (6)_______ il giorno in relax, godendosi le acque e tutto il benessere sprigionato da questi luoghi magici.

(7)_______, per chiunque desideri una gita davvero romantica (8)_______ alla propria anima gemella o anche con la famiglia al seguito non c’è bisogno di arrivare lontano: in Italia ci sono dei veri e propri paradisi per chi vuole restarsene in intimità con il partner e vivere pienamente tutti gli odori e le meraviglie della natura, coltivare il proprio bagaglio culturale e assaporare le delizie delle terre nostrane: a noi è bastato viaggiare e perderci tra le splendide terre toscane dell’area di Montepulciano, per ritrovare serenità, complicità e benessere!

Adattato da:  Silvia, teacher @ ilsasso.com, Montepulciano, Tuscany

Testo originale

Interactive exercise: una gita a Montepulciano

Read more..

Driving under the Tuscan sun

Culture mini courses in Tuscany

 

 

 

 

Tags: , , , , , , , , ,

In my last workshop at King’s College, University of London I presented some helpful online free resources to help improving different linguistic skills (reading, listening, use of grammar, etc.) at different levels.

Here is part of my presentation, enjoy!Antonio

What we need more of as teachers is time, but time is limited, especially with adult learners and professionals.As classroom time is so precious, we need to use it wisely, to practise speaking and writing in Italian. We also need to think about how our students use their time outside the classroom.

To maximise our time and theirs and help students learn as fast as possible, technology is the answer.Every day, each of us spends a huge amount of time commuting from home to work on public transport. In the past, this may have been considered ‘dead’ time, but as most of us now carry a smartphone, tablet or laptop, we can use this time for learning.

Apps, websites and mobile learning games are great tools for language learning. My aim is to show you how I use my lessons to do things that students can’t do at home, and to give them tools to learn and practise using technology outside my classroom.

Click on the links of each slide to open the websites.

  1. In the first part of the presentation we will see a site with a bank of flash-cards and games that are helpful for learning vocabulary. With this tool we work with our visual memory. This is great for beginners but also for intermediate and advanced learners.
  2. On the second slide we have a site for interactive grammar activities. On this website you have hundreds of activities from beginner to advanced levels. I believe this is a great tool because you have access to an automated response system and you don’t need your teacher to check your work.
  3. On the next slide we have listening activities, including Italian rai tv with subtitled programmes and another websites offering activities based on radio news.
  4. On the web we have also tutors offering video lessons on their youtube channels, tv series for students of Italian and, on the bbc website, an Italian TV crime series for students of Italian.
  5. Finally we have a language community website with native speakers offering language swaps, another website for listening to Italian radio, an app for your smartphone, and Italian songs to use for listening activities.

Study Italian in Italy

Have you got a question for me?Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Tags: , , , , , , ,

E se domani è un 45 giri della cantante italiana Mina, pubblicato nel 1964.

È uno dei 45 giri più venduti della carriera di Mina, con tredici settimane al primo posto della classifica italiana, sette mesi di permanenza totale in classifica ed il quinto posto tra i singoli più venduti del 1965.

Livello C1+

Prima di ascoltare la canzone: pratica il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico più usato (2 tipo) serve a descrivere qualcosa che potrebbe succedere o qualcosa di molto improbabile (ma possibile). Queste frasi usano il congiuntivo imperfetto ed il condizionale presente. Continua qui..

A. Ripetiamo: metti in ordine il condizionale presente

io…………../tu………….

mangerebbero / mangerebbe/ mangeremmo/ mangerei /mangereste/ mangeresti

crederebbe / crederesti/ crederei / credereste/ crederebbero/ crederemmo

partiresti/  partiremmo/ partireste/ partirebbero/ partirebbe/ partirei

B.

ES.Scegli la frase corretta:

Se non partiremmo subito, non arriviamo mai.

X Se non partiremo subito, non arriveremo mai.

  1. Scegli la frase corretta:
  •  Se avessi la possibilità, partirò.
  •  Se avessi la possibilità, partirei.
  1. Scegli la frase corretta:
    •  Se mia moglie potrebbe stare con i bambini, passerebbe più tempo con loro.
    •  Se mia moglie potesse stare con i bambini, passerebbe più tempo con loro.
  2. Scegli la frase corretta:
    •  Se la mia azienda mi pagasse le vacanze, non cambierei lavoro.
    •  Se la mia azienda mi pagasse le vacanze, non cambio lavoro.
  3. Scegli la frase corretta:
    •  Sarebbe bello, se ci fossi anche tu.
    •  Sarebbe bello, se ci saresti anche tu.
  4. Scegli la frase corretta:
    •  Se vuoi, ti chiamerei.
    •  Se vuoi, ti chiamo.
  5. Scegli la frase corretta:
    •  Ti aspetterebbe, se non avesse fretta.
    •  Ti aspettasse, se non avessi fretta.
  6. Scegli la frase corretta:
    •  Se non avrei la mia voce vorrei avere quella di una cantante italiana di nome Mina.
    •  Se non avessi la mia voce vorrei avere quella di una
      cantante italiana di nome Mina.
  7. Scegli la frase corretta:
    •  Se vincessi la lotteria, cambierebbe lavoro.
    •  Se vincessi la lotteria, cambierei lavoro.
  8. Scegli la frase corretta:
    •  Se potessi uscire prima da lavoro, andrei a fare una bella passeggiata.
    •  Se potrei uscire prima da lavoro, andrei a fare una bella passeggiata.

Ascolta e completa la canzone: clicca qui

Continua ad ascoltare le canzoni italiane: clicca qui

 

Page 1 of 612345...Last »