Le Terme di Caracalla (in latino: Thermae Caracallae) costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali di Roma e sono  ancora conservate per gran parte della loro struttura e libere da edifici moderni. Furono volute dall’imperatore Caracalla in un’area nei pressi del Circo Massimo, costruito dal re Tarquinio Prisco.

In questo video il giornalista Alberto Angela ci guida nelle meravigliose terme di Roma e ci spiega la storia e i costumi degli antichi romani.

Adesso guarda il video fino al minuto 4 e rispondi alle domande.

Livello B2+

 

  1. Come si lavavano i romani?
  2. Chi fece costruire le terme di Caracalla?
  3. In quanti anni furono costruite? E quando?
  4. Che cosa conteneva il muro di cinta?
  5. Chi frequentava le terme di Caracalla?
  6. Perché i romani andavano alle terme?
  7. Chi non pagava per entrare? Chi pagava il doppio?
  8. Cosa indossavano le donne alle terme?
  9. Cosa provocò uno scandalo?
  10. Cosa decise l’imperatore Adriano?
  11. Com’era la palestra?

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Learn Italian in Rome

Ti piace l’arte? Continua l’attività e completa gli esercizi.

  1. Osserva l’ immagine e descrivi cosa vedi.

museion

 

2.Metti in ordine il titolo

Al museo…

/ buttano via/ le donne/ l’opera/ d’arte./di Bolzano/delle pulizie

B2. Leggi la seconda parte dell’articolo e scegli i tempi verbali.

La sera prima c’era stata una festa al Museion. E loro, all’alba, ramazze in mano devono aver pensato: «Certo che questi maleducati ne hanno lasciata di roba in giro…». Bottiglie vuote buttate a terra, coriandoli, carta, mozziconi, persino scarpe e vestiti. E così, olio di gomito, hanno fatto/facevano/avevano fatto il loro bravo lavoro le signore dell’impresa di pulizie. Alla fine è stato/era/ è stata tutto lucido. Una faticaccia. Il problema, per le signore e per il Museion, è che “tutto quello sporco” è stato/era/ è stata un’installazione. E non di uno passato di lì per caso ma di Goldschmied & Chiari, in arte Goldi&Chiari, creata per la “Casa atelier” di Museion ed inaugurata giovedì sera. Un duo di artisti tra i più ambiti nei circuiti dei musei d’arte contemporanea.

Avevano pensato/ pensavamo/ pensavano a un titolo per la loro opera “Dove andiamo a ballare stasera?” sulla crisi della politica anni 80, ispirata da una guida alle discoteche scritta dall’ex ministro socialista De Michelis, e la situazione è stato/era/ è stata così realisticamente riprodotta che la sala sembrava tutta da risistemare.

Controlla qui

by Antonio & Alessia, Italian teacher @ Kappa Language School in Rome

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

Walk and guided tours in Rome

Study Italian in Rome: special offers

Barking dogs don’t bite

Pinocchio, a puppet’s tale

 

 

Tags: , , , , , , , , , , ,

No Comments Yet.

Add your comment