Tag Archives: imperfect

Guarda il video e rispondi alle domande

 

Livello B1+

Ascoltate la storia di Michelangelo dalla storica dell’arte Cristina dal minuto 2.35 e rispondete alle domande

  1. Quando è nato e quando è morto Michelangelo
  2. In quali arti si è specializzato
  3. A quanti anni ha cominciato a lavorare in bottega
  4. Qual è stata la reazione del padre
  5. Chi ha invitato Michelangelo a frequentare la famiglia Medici
  6. Dove si trova oggi la scultura “La Madonna della Scala”
  7. Quando è morta la madre di Michelangelo

Completa la descrizione con l’imperfetto

La Cappella Sistina, è senza dubbio uno dei uno dei più grandi tesori d’arte di tutti i tempi, uno dei capolavori più celebrati al mondo.

L’artefice di tanta fama e bellezza è il genio indiscusso di Michelangelo e la cosa più straordinaria è che ha realizzato quell’immenso miracolo artistico completamente da solo! Normalmente nella realizzazione di grandi opere gli artisti dell’epoca (lavorare)……………………… infatti con la collaborazione dei loro aiutanti. Il maestro (realizzare)………………………… personalmente solo alcune parti dell’opera mentre (essere)…………………………… gli apprendisti a completarla dei dettagli minori. Per la Cappella Sistina,  incredibilmente, tanta bellezza è opera di un solo essere umano.

La Sistina prende il nome da Papa Sisto IV della Rovere, che ha voluto crearla. Sembra difficile da credere ma è nata quasi per caso come una semplice cappella di palazzo.

Michelangelo (passare)…………………………… le giornate da solo e (vivere)………………….. come un povero nonostante le ricchezze che (avere)…………………………… (essere) ……………………….. superbo con gli altri, sempre scontento di sé, ossessionato dalla morte. Tutti lo (descrivere)……………………………….. come un “genio, ispirato, quasi estraneo e ostile al mondo”.

 

Adattato da: http://www.italyguides.it/it/lazio/roma/stato-vaticano-santa-sede/musei-vaticani/cappella-sistina

 

Clicca qui e ripeti:

Revise the grammar:  Passato Prossimo and Imperfetto

Do you love Italian music? Fill the gaps with Passato Prossimo or listen to the song  and practice  Imperfetto

Pratica l’imperfetto con una canzone italiana: Quattro amici al bar di Gino Paoli

 

Differenza fra imperfetto e passato prossimo

 

Tags: , , , ,

Uno dei libri che consiglio solitamente ai miei studenti è “Io non ho paura” di Niccolò Ammaniti.

La storia di un gruppo di ragazzini che durante un’estate bollente nel sud Italia sono coinvolti, a causa degli adulti, in una storia di rapimenti e sequestri.

Consiglio la lettura di questo libro perchè la lingua usata, il registro, i dialoghi e la grammatica sono di facile comprensione e gli studenti possono anche guardare  il film tratto dal libro del regista premio Oscar Gabriele Salvatores.

Ora un po’ di pratica…

Guarda due volte l’intervista all’autore Niccolo Ammaniti fino al minuto 1,28 e rispondi alle domande

Level B1+

  1. Quanti romanzi ha scritto?
  2. Quando ha cominciato a scrivere?
  3. Che cosa ha studiato all’università?
  4. Come si chiamava il suo primo libro?
  5. In che anno è ambientato il libro “Io non ho paura”?
  6. Dove è ambientata la storia?
  7. Chi sono i protagonisti della storia?

Leggi le prime pagine del libro e completa l’esercizio con i verbi all’imperfetto

Stavo per superare Salvatore quando ho sentito mia sorella che urlava. Mi sono girato e l’ho vista sparire inghiottita dal grano che (coprire)………………………... la collina.
Non (dovere-io)…………………………….. portarmela dietro, mamma me l’avrebbe fatta pagare cara.
Mi sono fermato. (essere-io)………………………………. sudato. Ho preso fiato e l’ho chiamata. — Maria? Maria?
Mi ha risposto una vocina sofferente. — Michele!
— Ti sei fatta male?
— Sì, vieni.
— Dove ti sei fatta male?
— Alla gamba.
(fare-lei)……………………………….. finta, era stanca. Vado avanti, mi sono detto.
E se si era fatta male davvero? Dov’erano gli altri? (vedere-io)…………………………………. le loro scie nel grano. Salivano piano, in file parallele, come le dita di una mano, verso la cima della collina, lasciandosi dietro una coda di steli abbattuti.
Quell’anno il grano era alto. A fine primavera aveva piovuto tanto, e a metà giugno le piante erano più rigogliose che mai. (crescere-loro)………………………………….. fitte, cariche di spighe, pronte per essere raccolte.
Ogni cosa era coperta di grano. Le colline, basse, si susseguivano come onde di un oceano dorato. Fino in fondo all’orizzonte grano, cielo, grilli, sole e caldo. Non (avere-io)…………………………………. idea di quanto faceva caldo, uno a nove anni, di gradi centigradi se ne intende poco, ma sapevo che non era normale.

by Antonio & Silvia Celli, teacher @ilsasso.com  in Montepulciano, Tuscany

 

Have you got a question for us? Email it to antonio.lucicesare@gmail.com

 

Ripeti e pratica l’imperfetto qui

Passato prossimo o imperfetto: come si usano?

Study Italian in Tuscany

Tags: , , , , , , , ,

Andavo o sono andato? Giocavo o ho giocato?

Uno dei problemi maggiori degli studenti d’italiano è decidere quando usare il passato prossimo e quando usare l’imperfetto.

Ricorda che il passato prossimo è il tempo dell’azione, dei momenti precisi e che usiamo con le date, i giorni o gli orari.

Sabato sono andato in palestra.

ma attenzione: Il sabato andavo in palestra ma poi ho avuto un incidente con la bicicletta.

Guarda la presentazione e pratica con gli esercizi.

Participio passato dei verbi irregolari: memory quiz

Revise the grammar:  Passato Prossimo and Imperfetto

Do you love Italian music? Fill the gaps with Passato Prossimo or listen to the song  and practice  Imperfetto

Pratica l’imperfetto con una canzone italiana: Quattro amici al bar di Gino Paoli

 

invisible shield

Invisible shield

Watch a short film and learn Italian: un film corto che racconta l’affetto del fratello per la sorella piccola. The invisible shield, un racconto dolce e delicato.

 

 

 

 

Tags: , , , ,

L’imperfetto è un tempo verbale passato che serve per descrivere situazioni, azioni abituali o descrizioni nel passato. I fatti e le azioni nel passato invece sono descritte con il passato prossimo.

Esempi

  • Quando Filippo era piccolo andava al parco ogni domenica con il nonno.
  • Mentre Carla studiava, Sergio guardava la tv.
  • Mentre la collega di francese spiegava, i ragazzi chiacchieravano.
  • Da piccolo abitavo in Italia e avevo un cane che si chiamava Lupin.

  Cantare                        Leggere                             Pulire

 

 

 

La coniugazione del verbo bere, essere e fare che seguono una coniugazione irregolare.

 

BERE ESSERE FARE
IO BEVEVO

TU BEVEVI

LUI/LEI BEVEVA

NOI BEVEVAMO

VOI BEVEVATE

LORO BEVEVANO

IO ERO

TU ERI

LUI/LEI ERA

NOI ERAVAMO

VOI ERAVATE

LORO ERANO

IO FACEVO

TU FACEVI

LUI/LEI FACEVA

NOI FACEVAMO

VOI FACEVATE

LORO FACEVANO

Trova l’errore

1. Quando sono stato  piccolo, ero molto magro.

2. Mentre andavo in stazione, vedevo tuo fratello.

3. Questa mattina alle 9 Maria dormiva ancora.

4. Dieci anni fa a me piaceva molto il rap, adesso ascoltavo il jazz.

5. Mentre Sandro ha cucinato, ascoltava la radio.

6. Quando Linda stava a Londra, andava spesso a teatro.

7. Quando Katharina è arrivata in Italia non parla italiano.

8. Ieri  sera pioveva perciò Carlo prendeva il taxi.

9. Noi andaviamo sempre a scuola in macchina.

Ora pratica e  completa gli esercizi :  …1…, …2… , …3…, ….4…. , …5…, ….6….

 

 

Click and Learn: “Passato Prossimo” present perfect tense in Italian

 

Tags: , , , , , , , ,